Codici Fatturazione Elettronica

Il Decreto Ministeriale n. 55 dd. 03.04.2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1, commi da 209 a 214. In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all’allegato A “Formato della fattura elettronica” del citato D.M. n. 55/2013. Inoltre, trascorsi tre mesi da tale data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino all’invio delle fatture in formato elettronico.
Lo stesso Decreto stabilisce le regole in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica e ne definisce il formato. Mentre oggi il Comune riceve le fatture di propria competenza come fatture cartacee (lettere/raccomandate) o come fatture cartacee inviate in formato elettronico (es. PDF allegati ad email), dal 31 marzo 2015 potrà ricevere solo fatture elettroniche.
L’Amministrazione non riceverà più la fattura dal proprio fornitore, ma dal SISTEMA DI INTERSCAMBIO, gestito dall’Agenzia delle Entrate che metterà a disposizione del Comune una fattura con il formato elettronico conforme alla nuova normativa, ovvero un file XML.
Per le finalità di cui sopra il D.M. 3 aprile 2013, n. 55, all’art. 3, comma 1, prevede che l’Amministrazione destinataria di fatture elettroniche individui i propri uffici delegati alla ricezione delle fatture stesse inserendoli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) che provvedere a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco Ufficio secondo le modalità di cui all’allegato D “Codici Ufficio” ed a renderlo pubblico tramite il proprio sito www.indicepa.gov.it.
Come indicato dall’art. 3, comma 2, del D.M. 55, il Codice Univoco Ufficio assegnato dall’IPA è un’informazione da riportare obbligatoriamente in ogni fattura elettronica emessa nei confronti della pubblica amministrazione che consente al Sistema di Interscambio di recapitare correttamente la fattura elettronica all’ufficio destinatario.
Con la presente si comunica che i Codici Uffici Fatturazione del comune di Benevento sono:

Ufficio Codice univoco ufficio PEC
Ambiente Y267KX ambiente@pec.comunbebn.it
Avvocatura MZABCD settorelegale@pec.comunebn.it
Beni Culturali Patrimonio Unesco S2D5GW cultura@pec.comunebn.it
Gestione Economica BGZUHD finanze@pec.comunebn.it
Istruzione Z11XLX istruzione@pec.comunebn.it
Mobilità Traffico E0DIVZ gestionetraffico@pec.comunebn.it
Opere Pubbliche RX9N39 lavoripubblici@pec.comunebn.it
Patrimonio HMLMPZ patrimonio@pec.comunebn.it
Personale FTAQ0Z personale@pec.comunebn.it
Piu Europa 04LUS6 piueuropabenevento@pec.comunebn.it
Polizia Municipale EOUPL6 poliziamunicipale@pec.comunebn.it
Segreteria Generale TQBTTW segreteriagenerale@pec.comunebn.it
Segreteria Sindaco XTXGYC segreteriasindaco@pec.comunebn.it
Servizi al Cittadino TU08NB servizisociali@pec.comunebn.it
Gare e Contratti OK8A4K garecontratti@pec.comunebn.it
Commercio QEGSU4 servizio.commercio@pec.comunebn.it
Economato SMBKA0 economato@pec.comunebn.it
Transizione al Digitale CTXELB transizione.digitale@pec.comunebn.it
Ufficio Tributi 5O5G9N tributi@pec.comunebn.it
Urbanistica LZRXPU urbanistica@pec.comunebn.it
Ufficio Utenze (Fatturazione Elettronica) K73YVK fattureelettroniche@pec.comunebn.it

Tali codici devono essere inseriti obbligatoriamente nell’elemento “Codice destinatario” del tracciato della fattura elettronica, si raccomanda altresì ai fornitori di inserire, all’interno della fattura elettronica, i codici CIG e CUP della relativa procedura qualora previsti. Qualora non si conosca il codice dell’ ufficio a cui inviare la fattura, si pregano i fornitori di trasmetterla, all’Ufficio principale di fatturazione.

Si invitano i fornitori a voler verificare, per quanto di proprio interesse, le “Specifiche operative per l’identificazione degli uffici destinatari di fattura elettronica” pubblicate sul sito www.indicepa.gov.it e la documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica al Sistema di Interscambio disponibile sul sito www.fatturapa.gov.it. I fornitori dovranno dotarsi di soluzioni per la fatturazione elettronica verso la P.A. a norma di legge in formato strutturato per poi conservarla in modalità elettronica.